Società | 12.09.2019

Un nuovo TEDx a Lugano

Text by Marco Ambrosino | Photos by TEDxLugano
Sabato 28 settembre il Palazzo dei Congressi torna a vestire panni importanti. La città di Lugano infatti è pronta a ospitare "Tailor-made", la quinta edizione del convegno TEDx Lugano, dopo le esperienze tenutesi all'Auditorium Nielsen della Franklin University (2014, 2015, 2016) e al LAC (2017).
Immagine: TEDxLugano

Restando fedele al mantra di TED “ideas worth spreading”, questa quinta edizione TEDxLugano si propone d’indagare da diversi punti di vista un tema molto ampio, esemplificabile in diverse sfaccettature e campi d’interesse, ma anche di stretta, anzi strettissima attualità: il concetto di “tailor-made”, che potremmo tradurre con l’espressione “fatto su misura”. L’idea è quella di ragionare, attraverso gli input portati dai vari relatori (che si esprimeranno tutti in lingua inglese) sul valore della personalizzazione, su quella spinta che ha portato i più svariati settori – dall’industria, alla tecnologia, alla moda – a creare non tanto degli oggetti di consumo, ma piuttosto prodotti e servizi su misura, adatt(at)i per il singolo, il più possibile in linea con i nostri desideri e le nostre inclinazioni.  Abbiamo avuto il piacere di incontrare Linda Arnold, PR Manager dell’evento TEDxLugano.

Ciao Linda, per cominciare vorrei che ci raccontassi un po’ la scelta del tema di questa edizione. Perché lo avete scelto e perché lo ritenete veramente una idea worth spreading?

Ogni anno cerchiamo come team organizzatore un tema generico che faccia da fil-rouge alla manifestazione. È difatti molto importante per noi che la conversazione sia la più ampia ed eterogenea possibile, in quanto TEDxLugano non vuole affatto essere settoriale ma vuole invece presentarsi attrattivo al più vasto pubblico possibile.

Negli ultimi anni la personalizzazione di prodotti e servizi è in crescendo: in seguito alla massificazione della seconda metà del secolo scorso, in questo nuovo millennio si è tornati a rivalutare le potenzialità delle offerte personalizzate e targettizzate. Ciò è soprattutto evidente in industrie quali la moda, la medicina, la finanza, i servizi digitali, ma ci teniamo a mostrare come in realtà il concetto di tailor-made sia parte integrante della nostra vita quotidiana senza che magari ce ne accorgiamo. La nostra Speakers Curator Francesca Boggio e il suo team hanno poi cercato, valutato e curato gli oratori in molteplici campi affinché le loro idee innovative possano arrivare sul nostro palco.

 Un tema del genere è sicuramente osservabile da moltissimi punti di vista e può interessare svariati settori, puoi farci qualche anticipazione in merito ai relatori che prenderanno parte a TEDxLugano?

 Come detto l’eterogeneità dei temi toccati dai nostri relatori è alla base dell’evento. Quest’anno in particolare abbiamo relatori che si focalizzeranno nei campi scientifici (vedi intelligenza artificiale, interazione uomo-macchina, medicina personalizzata) nonché relatori che si concentreranno sul lato business e marketing della personalizzazione. Il lato interessante è che sono tutti speaker rinomati nel loro campo, ma nonostante ciò il grande pubblico non ha mai sentito parlare di loro.

Gli eventi TEDx sono famosi per portare sia delle riflessioni interessanti, una condivisione di esperienze singolari, ma anche suggestive performance artistiche. Ci potresti brevemente riassumere come è strutturato l’evento di sabato?

Il pomeriggio è suddiviso in tre sessioni, tutte con durata di circa un’ora, alternate a delle pause networking. L’obiettivo degli eventi TEDx, difatti, è la condivisione di idee innovative da oratori a pubblico, ma anche il formarsi di scambi interpersonali con la platea e gli speaker. Il lato artistico o di intrattenimento vuole a sua volta una parte, e quest’anno siamo molto fortunati a poter contare su molteplici e svariate performance artistiche di artisti/sportivi locali suddivisi in due momenti: sul palco e durante i momenti di networking. Sul palco avremo il piacere di vedere delle performance con il duo Omar Gueye e Simone Paris, il duo Manuel Hand e Anna Vanzo e Pascal Benaglia. Durante le pause avremo intrattenimenti da parte di Ana D’Apuzzo, Fumo on the wall e Scribit nella hall.

Inoltre, tutti i partecipanti che acquistano il biglietto prima del 13 settembre riceveranno una sorpresa artistica da parte di Han Sessions. Ulteriormente, una piccola selezione di partecipanti volontari farà parte di un esperimento chiamato “Digital Intuition” di Aliki Kostopoulu durante le sessioni con i relatori.

Nota di redazione: I biglietti sono in vendita sul sito e sulla pagina Facebook.

Ora passiamo una domanda che riguarda più chi sta dietro le quinte che il pubblico. Com’è percepita quest’edizione dagli addetti ai lavori? Quali sono le vostre sensazioni e le vostre aspettative per quest’evento imminente?

La quinta edizione di TEDxLugano è per noi molto importante, poiché riflette l’interesse che la popolazione ticinese ha per questo tipo di manifestazione. Il contributo che TEDxLugano porta non solo alla città, ma a tutto il Cantone, è sottolineato dal patrocinio con la Città e con il Dipartimento delle Finanze e dell’Economia. Il Sindaco Marco Borradori ha creduto fin dall’inizio (nel 2014) in questo progetto, e la fiducia accordataci dalle autorità è chiaramente una grande motivazione a migliorarci ogni anno e a far sì che ogni edizione sia unica e rifletta la realtà locale con un pizzico di internazionale. Per la prima volta, inoltre, abbiamo un team composto prevalentemente da professionisti (n.d.r. gli scorsi anni erano principalmente studenti), i quali si mettono a disposizione in modo volontario, e ciò va sicuramente ad aumentare la qualità dell’evento – soprattutto a seguito dell’edizione 2017, dove siamo stati vittima del nostro successo con un’iscrizione del 200% tre giorni prima dell’evento e che ha comportato grandi problematiche nella logistica; il feedback ricevuto due anni fa è stato attivamente integrato.

Tutto il lavoro, essendo sotto forma di volontariato e no-profit, non è realizzabile senza il sostegno dei nostri partner e sponsor. Ci teniamo tantissimo a ringraziarli, senza di loro non sarebbe possibile realizzare un tale evento.

Siamo molto soddisfatti della lista di Talk e performance per TEDxLugano 2019: “Tailor-made, e naturalmente non vediamo l’ora di condividere questo viaggio di un anno con il nostro pubblico.

Riassumendo, secondo te per quale ragione quest’edizione TEDx è davvero un’occasione imperdibile? C’è una parte di pubblico che secondo te è più attirata da un tema come quello del tailor-made?

TEDxLugano è da non perdere in quanto la qualità degli oratori e dei performer è molto alta, e le idee proposte sono davvero innovative. Sono sicura che nel prossimo futuro molte di esse saranno di uso comune: poterle aver apprese “in anteprima” è certamente un motivo per non mancare l’appuntamento. A livello di pubblico, chiunque può essere coinvolto in quanto, come detto, il tema di fondo presenta infinite sfumature. Un punto importante al quale diamo tanto valore è la Audience curation, dove cercheremo di facilitare e promuovere le interconnessioni tra le persone. Sicuramente il fatto che l’edizione 2019 è creata da un team di volontari molto più maturi degli scorsi anni porterà a un risultato qualitativamente più alto.