Politica | 24.03.2019

Elezioni 2019: spazio alle giovani

Text by Redazione | Photos by Redazione
In vista delle imminenti elezioni cantonali Tink.ch dà spazio alle/ai giovani.
Marta David: candidata n°27, lista 4
Immagine: Redazione
Come ti chiami? Quanti anni hai? Cosa fai nella vita?

Mi chiamo Marta David, ho 28 anni. Dopo aver studiato Economia e poi Finanza, ho iniziato a lavorare in banca. Attualmente sono consulente alla clientela privata.

Com’è nata la tua passione per la politica?

 Nonostante abbia avuto la possibilità di studiare e abbia in seguito trovato subito un posto di lavoro, durante gli anni dell’università ho sempre avuto lavori accessori che mi permettevano di contribuire al mio mantenimento. Oltre al mio personale cammino, le mie esperienze mi hanno portata a conoscere molte persone che vivono in situazioni diverse dalla mia, più o meno fortunate. Informandomi e vivendo la realtà ticinese, inoltre, è stato inevitabile capire come tanti aspetti in Ticino necessitino di un cambiamento. Prima di tutto, l’apparato sociale nelle nostre Istituzioni. Da qui è nata la mia voglia di impegnarmi al servizio della nostra società.

Giovani politici e senior riescono a collaborare? Cosa rimproveri ai veterani della politica?

 Sono alle prime esperienze e non in grado di esprimere giudizi. Sono sicura che una collaborazione possa e debba essere possibile. Per fare ciò è necessario che entrambe le parti si aprano l’una all’altra e che i veterani non abbiano paura un giorno di lasciare il posto al nuovo.

I giovani vengono spesso etichettati come troppo impulsivi e con poca esperienza,. Come pensi di sfatare il mito e conquistare anche la fiducia dell’elettorato «adulto»?

 L’esperienza si fa inevitabilmente sul campo e non va confusa con la competenza. I giovani portano altresì freschezza, energia e tanta voglia di fare. Inoltre, i gruppi di lavoro sono eterogenei e in questo modo la poca esperienza di una o un giovane sarebbe senza difficoltà compensata da quella di un’altra politica o un altro politico. Non vedo la questione come un problema. Per quanto riguarda l’impulsività, mi sembra più un aspetto legato al carattere che all’anagrafe. I giovani sono il futuro e hanno bisogno di sentirsi più rappresentati.

Quali sono le sfide principali che il Ticino e la politica dovranno affrontare?

 Mercato del lavoro; inserimento dei giovani nello stesso; costi sanitari e aumento dei premi cassa malati; trasporti pubblici; clima e ambiente.

Pensi che la divisione politica tra partiti di sinistra e destra sia ancora attuale, o bisogna ripensare alla politica anche su questo livello?

Credo che questa divisione sia decisamente ancora attuale. Dietro le grandi riforme storiche in Svizzera si trova la Sinistra e oggi ce n’è ancora molto bisogno.

Considerando l’evoluzione e l’importanza che hanno giocato i social negli ultimi anni politici, personalmente che ruolo dai loro nella tua campagna?

 Nella mia campagna do ai social un ruolo sicuramente importante. Avendo avuto in questo periodo anche un incidente, i social sono il mezzo che mi permette di rimanere in contatto con le persone e di promuovere le mie idee. Tuttavia, la politica si fa soprattutto in strada a contatto con le persone, dandosi una stretta di mano, guardandosi negli occhi e parlando insieme. Nessuna piazza virtuale può sostituire quella del paese, anche se rimane uno strumento utile ed interessante.

A tua avviso nella cerchia politica ticinese servono più donne o più giovani?

 Assolutamente. Una maggior presenza di giovani e donne serve a creare un governo e un parlamento più rappresentativi della popolazione e a garantire un confronto di idee più proficuo.

IL WOULD YOU RATHER VERSIONE TICINO

Identità ticinese: Ambrì o Lugano?

 Forza Ambrì Piotta!

Polentagraben: Pasta e ketchup o sandali e calze?

Purtroppo o per fortuna la mia mente non riesce a raffigurare né l’una né l’altra cosa ehehe.

Utopie: Nel tuo Ticino ideale il TILO arriva sempre in orario oppure preferiresti incontrare gente in città dopo le 22:00?

 Incontrare gente dopo le 22:00 è un obiettivo auspicabile e fattibile, dunque l’utopia irraggiungibile, ma che tutti noi pendolari continueremo a sognare, rimane la puntualità del TILO.

Makeover: Preferiresti avere la chioma di Quadri o quella di Schoenenberger ?

 Posso tenere la mia? 😀

Caratteri: Meglio la riservatezza di Pronzini o la coerenza di Denti ?

 La coerenza di Denti ha quasi del simpatico.

Strategie social: il bastone rosso di Bertoli o i Beltrauguri?

 Bastone.

Gioie: Preferiresti affrontare i problemi della vita nello stesso modo in cui il Ticino fa fronte a 1 cm di neve o come Locarno argina il lago?  

Non si finisce mai di imparare e migliorarsi, dai 😉