Cultura | 09.07.2018

7 consigli di fotografia mobile e di viaggio

Text by Giorgia Bazzuri | Photos by Giorgia Bazzuri
Sfruttare al massimo il telefono e allenare l'occhio non sono cose impossibili: ecco qualche consiglio per immortalare al meglio questa estate 2018.
Immagine: Giorgia Bazzuri

1. Nuove prospettive

Per fare delle foto divertenti al mare, al lago o anche al fiume basta un semplice accessorio che si trova ovunque: un astuccio waterproof per il telefono.
Così potrete portare il telefono in acqua, fare foto «underwater» e giocare con i riflessi sul pelo dell’acqua.

TIP: custodia waterproof

2. Ritratti e selfie

Un ritratto è visivamente più bello se il soggetto si «stacca» dallo sfondo. Nella fotografia questo si ottiene grazie a una sfocatura data dalla profondità di campo ma un effetto simile si può ottenere in diversi modi anche scattando con un telefono.

Nei modelli più recenti (da iPhone 7+ in poi, Huawei P9,…) è presente la cosiddetta «modalità ritratto» che sfruttando la doppia fotocamera del telefono, crea questo risultato. Per tutti gli altri esistono invece delle applicazioni che permettono di aggiungere in un secondo momento una sfocatura alla fotografia: tra queste la migliore è Fore Photo ma ne esistono molte altre.

TIP: Sfondo sfocato

3. Post produzione

Che sia per aggiungere dei filtri, della grana o fare un semplice ritaglio, è sempre utile conoscere delle buone applicazioni per la post produzione delle fotografie.
Questi alcuni esempi: VSCO cam, Photoshop e Lightroom Express, Snapseed, After Light, Tadaa. In ogni caso basta una breve visita sull’App Store per trovarne moltissime altre.

TIP: App per modificare

4. Luce

I due momenti della giornata in cui la luce è in assoluto più bella sono il primo mattino e poco prima che faccia buio. Sono proprio gli attimi vicino ad alba e tramonto i momenti migliori in cui scattare delle fotografie, soprattutto d’estate quando il sole è molto forte durante la giornata. Che si tratti di un paesaggio o di un selfie, cercate di controllare gli orari del sorgere e calare del sole per ritagliarvi un po’ di tempo da sfruttare per immortalare i luoghi in cui vi trovate.

TIP:  Orari alba e tramonto; evitare il sole di mezzogiorno

5. Sole e ombre

Se invece al mattino volete dormire e la sera fare aperitivo, non potendo quindi evitare di scattare qualche foto in pieno giorno (in cui la luce è più forte e le ombre molto marcate), cercate di sfruttare la presenza del sole per creare delle silhouettes o illuminare diversamente il soggetto.
Se riuscite, posizionatevi di modo che quello che volete fotografare si trovi fra voi e la fonte di luce primaria, il sole per l’appunto. In questo modo si creeranno dei raggi di luce e il soggetto si staglierà dallo sfondo molto illuminato.

Di riflesso, se dal canto suo la luce è molto marcata, lo saranno anche le ombre. Potete per esempio di sfruttare i disegni che crea l’ombra del fogliame di una pianta per fotografare il viso di una persona.

TIP: Sfruttare le ombre «dure» durante i giorno

6. Dettagli

Quando siamo in vacanza, è facile cadere nella banalità delle «foto cartolina».  Per questo è utile concentrarsi piuttosto sui dettagli del luogo che ci colpiscono e passeggiare fuori dai circuiti turistici per sfuggire alle fotografie già fatte da tante altre persone.

TIP: Ricercare i dettagli e evitare le «cartoline»

7. Composizione

Anche se scattiamo delle fotografie con il telefono, è sempre cosa buona e giusta dedicarsi un pochino alla composizione. È più facile di quanto sembri: basta concentrarsi sulla «cosa» che stiamo fotografando, cercando il più possibile di eliminare elementi di disturbo (dallo sfondo per esempio) e sfruttare delle linee che diano importanza al nostro soggetto (delle geometrie di un edificio, delle ombre che si creano per strada,…).

TIP: Eliminare elementi di troppo; sfruttare le linee