Cultura | 11.06.2016

5 film che potrete ancora guardare dopo AlpTransit

Text by Martino Oleggini | Photos by Flickr
L'entrata in funzione del tunnel del San Gottardo, il prossimo 11 dicembre, non porterà solo vantaggi: per chi ama guardare film durante il viaggio, limiterà la scelta ai film sotto i 105 minuti. Noi vi proponiamo cinque film che rientrano in questa categoria.
allispossible.org.uk (Flickr)
Immagine: Flickr

Dopo il taglio del nastro in mondovisione dello scorso weekend, il tunnel di base del San Gottardo entrerà definitivamente in funzione con il prossimo cambio d’orario, l’11 dicembre. Quando il conto alla rovescia terminerà, chi utilizza il treno per i propri spostamenti vedrà diminuire i tempi di percorrenza tra il Ticino e il resto della Svizzera di circa mezz’ora. Per chi viaggia da Bellinzona a Zurigo, per esempio, il viaggio con treni diretti dura attualmente 2 ore e 17 minuti. Da dicembre, la stessa tratta si percorrerà in circa un’ora e 45 minuti, ma questo non significa solo vantaggi: per chi, come il sottoscritto, ama guardarsi un film durante il viaggio, questo significherà infatti anche minore libertà nella scelta del film da guardare.

Per arrivare preparati al cambio d’orario (che per molti arriverà inoltre in periodo di preparazione agli esami), vi propongo quindi una lista di film che non solo meritano di essere visti, ma anche e soprattutto possono essere finiti durante il viaggio tra Bellinzona e Zurigo. Sono film che ho visto e rivisto più volte e rientrano tra i miei preferiti. Nel caso i vostri gusti non dovessero coincidere con i miei, portatevi un film di riserva e non me ne vogliate male.

The Truman Show (2001)

In questo film di Peter Weir (lo stesso di Dead Poets Society – L’attimo fuggente), Truman Burbank è un impiegato di una compagnia assicurativa nella ridente cittadina di Seahaven Island. Saluta i vicini tutti i giorni, compra sempre lo stesso giornale, e sogna una vacanza alle Fiji. La noiosa routine da cui sogna di fuggire, però, non è così noiosa per milioni di spettatori che lo seguono in diretta 24 ore su 24, a sua insaputa. Con una durata di un’ora e 43 minuti, il vostro treno entrerà in stazione proprio mentre scorrono i titoli di coda, e voi vi ritroverete a sospettare che i vostri compagni di viaggio siano tutti attori, e che ogni bottone sia una telecamera.

truman show

The Lego Movie (2014)

Questo film divertente e leggero vi permetterà non solo di terminarlo prima di scendere dal treno, ma vi darà anche il tempo di attirarvi le ire degli altri passeggeri quando, una volta chiuso il laptop, canticchierete senza sosta il tema principale, Everything is awesome. Prendetevi, per un’ora e 41 minuti, una pausa dalle scadenze di lavori scritti ed esami seguendo le avventure di Emmet, Wyldstyle (no, non è una DJ) e Batman, che cercano di trovare un compromesso tra creatività e rispetto delle regole per combattere il malvagio Lord Business.

lego movie

Whatever Works (2009)

Se non avete voglia di finire la serie di esercizi di fisica sul treno, questa rom-com diretta da Woody Allen vi aiuterà a combattere il senso di colpa perché, tanto, «basta che funzioni.» Boris Yellnikoff, già candidato al premio Nobel per la fisica e incurabile nihilista, trova sollievo dalle sue paure esistenziali quando le infinitesimali probabilità dell’entanglement quantistico portano la giovane Melodie a piombare nella sua vita. In appena un’ora e 32 minuti, i due cambieranno i rispettivi punti di vista sulla vita e l’amore e, forse, cambieranno un po’ anche il vostro.

whatever works

Marrakech Express (1989)

«Ma scusa, non avete visto Marrakech Express?» Ecco, se la domanda di Giacomino in Tre uomini e una gamba vi suona famigliare, dovreste prendervi l’ora e 47 del viaggio e guardarlo. Il cast che due anni dopo porterà a Gabriele Salvatores il suo Oscar con Mediterraneo, inizia a trovare la chimica giusta in un’avventura che li porta dall’Italia al Marocco alla ricerca di un vecchio amico da aiutare. Se, come me, conoscete a memoria i film di Aldo, Giovanni e Giacomo, preparatevi agli sguardi stupiti dei compagni di viaggio quando scoprirete l’origine di molte battute. Perché delle due, una: o 8 anni prima di Tre uomini e una gamba il Marocco ancora non era forte fisicamente, oppure Ponchia sapeva di non mettere la difesa alta.

marrakesch

Fascisti su Marte (2006)

Dopo aver visto questo film, andate anche a cercarvi Aniene (1 e 2) e Recital, e magari qualche puntata di Boris su Youtube.E poi riguardateli, e riguardateli: il mondo dello spettacolo italiano ha tante qualità e tanti difetti, ma di sicuro non ha abbastanza Corrado Guzzanti. In Fascisti su Marte il comico romano cuce insieme gli sketch satirici presentati in TV nel programma Il caso Scafroglia e ci mostra i cinegiornali che, in un’ora e 40, raccontano le eroiche gesta del gerarca fascista Gaetano Maria Barbagli e i suoi camerati, partiti alla conquista del «rosso pianeta, bolscevico e traditor.»

fascisti su narte