Politica | 03.04.2016

Il giovane volto della politica ticinese

Text by Redazione Ticino | Photos by Tessa Prati
Le elezioni comunali si avvicinano. Tink.ch Ticino ha pensato di dare spazio ad alcune/i giovani candidate/i per capire chi sono e cosa possono apportare al loro comune. Tutti i giorni presenteremo due giovani che si sono prestati al gioco e hanno risposto alle domande della redazione. E voi, avete già la vostra idea su chi votare? Buona lettura!
Tessa Prati, 20enne di Lugano.
Immagine: Tessa Prati

Come ti chiami? Quanti anni hai? Per quale partito sei candidato?

Sono Tessa Prati, ho 20 anni e sono candidata al Consiglio Comunale di Lugano per il Partito Socialista.

Una persona ticinese a cui ti ispiri particolarmente e una di fama internazionale (al di fuori del Ticino)?

Ammiro molte persone per il lavoro che svolgono o per il loro ruolo, un esempio di personaggio pubblico ticinese  a me gradito è Franco Cavalli, sia per le sue idee innovative che per il suo impegno nel fare, sia a livello politico che professionale, sempre coerente anche quando le correnti cambiano o gli interessi imporrebbero delle derive. A livello internazionale la figura di Malala Yousafzai mi si impone perché, nonostante la sua giovane età, esprime una forza disarmante nell’affrontare i più grandi problemi della società attuale, a partire dal non rispetto dei diritti dell’uomo.

Come è nata la tua passione per la politica? 

La mia consapevolezza politica è nata in seguito all’interesse per i problemi politici e sociali che ho potuto coltivare sia in ambiente scolastico che famigliare.

Come conciliare la tua attività scolastica o lavorativa con il tuo possibile incarico politico? 

Fortunatamente il mio programma universitario è flessibile e personalizzabile, inoltre sento che la mia volontà nell’impegno per la cosa pubblica mi spingeranno a trovare soluzioni ad eventuali impedimenti.

Qual è il problema più grande in Ticino secondo te?

In Ticino manca troppo spesso il riguardo per i ceti sociali meno abbienti e l’interesse per il bene comune. Vorrei che in un futuro non troppo lontano la società sia più unita e in grado di risolvere problematiche, invece di addossare colpe.

Qual è un pregio del Ticino?

Se si considera l’intero Cantone, nel suo piccolo, il Ticino presenta una moltitudine di eccellenze anche se non solo positive (dalla cultura al populismo passando per la ricerca).Un dialogo costruttivo tra tutte le forze, politiche e non, potrebbe innescare un circolo virtuoso di cui godrebbe tutto il Cantone.

Perché pensi valga la pena votarti?  

Ho intenzione di impegnarmi sia nel trovare delle soluzioni ai problemi già presenti che rappresentare al meglio i bisogni dei giovani.

Una delle tue idee per poter migliorare il tuo comune?

Lugano ha un grande potenziale e sono convinta che per farlo emergere sia essenziale rendere i quartieri periferici più interessanti, meno isolati e più vitali. Sullo stesso piano va però affrontata anche la pedonalizzazione del centro città, dovendo purtroppo tener conto della quantità di posteggi privati ormai presenti.

Una parola sulla situazione dei giovani in Ticino, cosa vuoi dire ai giovani ticinesi?

In Ticino la nostra voce è malauguratamente ancora troppo poco ascoltata, però non ci possiamo lamentare e al contempo non partecipare, quindi votiamo e seguiamo la vita politica.