Politica | 02.04.2016

Il giovane volto della politica ticinese

Le elezioni comunali si avvicinano. Tink.ch Ticino ha pensato di dare spazio ad alcune/i giovani candidate/i per capire chi sono e cosa possono apportare al loro comune. Tutti i giorni presenteremo due giovani che si sono prestati al gioco e hanno risposto alle domande della redazione. E voi, avete già la vostra idea su chi votare? Buona lettura!
Fabrice Roncoroni, 23enne di Capriasca.
Immagine: Fabrice Roncoroni

Come ti chiami? Quanti anni hai? Per quale partito sei candidato?

Mi chiamo Fabrice Roncoroni, ho 23 anni e sono candidato per il Partito Socialista e Sinistra indipendente a Capriasca.

Come è nata la tua passione per la politica?

Fin dai tempi del liceo mi sono interessato al mondo politico. Sono entrato a far parte del comitato studentesco del Liceo di Lugano 2 e ho cominciato a frequentare le assemblee di quartiere del mio Comune. Partecipare attivamente alle decisioni é qualcosa che mi ha sempre appassionato!

Come conciliare la tua attività scolastica o lavorativa con il tuo possibile incarico politico?

Conciliare degli studi a Zurigo con un incarico politico in Ticino può sembrare difficile, ma é sicuramente fattibile. La prova é che già da un anno ricopro la carica di Consigliere comunale a Capriasca. Certamente occorre diligenza nel preparare le sedute del legislativo: leggere attentamente i messaggi municipali e i rapporti delle varie commissioni é fondamentale per arrivare preparati al Consiglio comunale. Sono però attività che possono facilmente venir svolte anche al di fuori del nostro Cantone.

Una persona ticinese a cui ti ispiri particolarmente e una di fama internazionale (al di fuori del Ticino)?

Sicuramente una persona che stimo particolarmente in Ticino é Dick Marty. Ammiro il lavoro che ha svolto in quanto membro dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa e il suo ruolo come membro della Fondazione svizzera dello scoutismo. Al di fuori del Ticino ammiro Alain Berset per l’impegno che ha dimostrato come Consigliere federale.

Qual è il problema più grande in Ticino secondo te?

Un grande problema é la mancanza di fiducia da parte di molti ticinesi nei propri mezzi. Occorre puntare su idee innovative per rilanciare il nostro Cantone e sfruttare al massimo le potenzialità che il Ticino possiede. Attualmente si assiste a una vera e propria fuga di giovani studenti che preferiscono rimanere in Svizzera interna a lavorare dopo il loro percorso accademico. Una delle tante soluzioni potrebbe essere favorire lo sviluppo di industrie nel settore tecnologico.

Qual è un pregio del Ticino?

Il Ticino ricopre certamente una posizione importante in Svizzera in quanto principale Cantone italofono. Questo gli permette di essere un ottimo mediatore per le questioni riguardanti la vicina Italia.

Perché pensi valga la pena votarti?

Ricopro la carica di Consigliere comunale da maggio 2015 e ho trovato l’esperienza appassionante. Capriasca ha visto durante l’ultima legislatura una produttiva collaborazione tra i vari partiti che hanno portato alla completazione di opere importanti quali l’edilizia scolastica e la pista ciclabile. Ho intenzione di proseguire su questa strada che sicuramente farà bene al mio Comune.

Una delle tue idee per poter migliorare il tuo comune?

A Capriasca manca ancora uno spazio aggregativo per i più giovani. Se dovessi venir rieletto ho intenzione di lottare per la creazione di un centro giovanile a disposizione dei capriaschesi. Troppo spesso, infatti, si é dipendenti dalla vicina Lugano per quanto riguarda lo svago.

Una parola sulla situazione dei giovani in Ticino, cosa vuoi dire ai giovani ticinesi?

Attualmente le nuove generazioni sono sottorappresentate nei legislativi dei vari Comuni. Il Ticino ha bisogno di giovani motivati che abbiano voglia di impegnarsi nella politica comunale. Non restiamo immobili, insieme possiamo fare la differenza! Fate girare la voce tra famigliari, amici, conoscenti e ricordate: il 10 aprile votate… giovane! #iovotogiovane