21.08.2015

Cartolina «grottesca»

Text by Elena Botti | Photos by Elena Botti
Tutto ciò che si può desiderare per godersi le vacanze in 36000 ettari di area naturale protetta.
Disseminata di grotte.
Immagine: Elena Botti

Nel profondo sud italiano, alla fine della Campania, vicino al confine con la Basilicata, si trova il piccolo comune di Marina di Camerota: immerso nel parco nazionale del Cilento e Valle di Diano, fa parte dell’Unesco come riserva della biosfera.

Oltre che per il centro storico, per essere una località  turistica balneare e per interessanti cenni storici, come la forte emigrazione del diciannovesimo secolo verso il Sudamerica e il Venezuela, per cui sono presenti cinema, strade e statue dedicate al generale venezuelano Simon Bolivar, Marina di Camerota è conosciuta per le sue interessanti grotte paleontologiche.

Ritrovamenti archeologici

A causa della natura carsica del suolo, ovvero di roccia calcarea, vi sono grotte sparse per tutto il territorio ed in molte di esse, a partire dalla seconda metà  del Novecento, furono fatti importanti ritrovamenti archeologici, risalenti soprattutto all’età  della pietra.

Diverse grotte erano in passato abitate da pastori con le proprie famiglie, come per esempio la Grotta del Pesce, quella dell’Autaro e quella Caprara che oggi è la location di una famosa discoteca.

Alcune grotte sono crollate, addirittura già  in epoca preistorica, mentre altre grotte ancora sono raggiungibili via mare, come per esempio la Grotta delle noglie o delle noie, che deve il suo nome al doppio ingresso che ricorda le salsicce napoletane, dette appunto noglie.

Culla dell’umanita?

Nel 1960, si pensò per breve tempo che fosse stato ritrovato un «anello mancante» nella catena evolutiva umana, per via del ritrovamento di alcuni resti di crani umani, del Paleolitico Medio, con il caratteristico mento sporgente e una notevole capacità  cranica, a differenza del Uomo di Neanderthal. Il presunto ominide fu nominato Homo Camerontensis, ma in seguito ad altri studi, cadde la debole identità .

Marina di Camerota, circondata dalle colline cilentane, ricoperte della tipica macchia mediterranea e immersa dai favolosi gusti e profumi, è quindi un posto meraviglioso per godersi le vacanze, grazie all’ottima qualità  delle acque e di quel pizzico di avventura grazie a grotte misteriose e uomini preistorici.