Politica | 07.04.2015

La fast politica

C'è chi considera che la democrazia diretta sia il miglior sistema politico, altri invece, ne riconoscono i limiti
Sabrina Chakori
Immagine: di Sabrina Chakori

Il dibattito è vivo più che altrove in Svizzera dove, spesso, mentre si sta ancora discutendo sul risultato di una votazione, già  si accavallano le discussioni sul successivo appello alle urne.

 

Iniziative popolari

Questo succede spesso nel caso delle iniziative popolari, che hanno avuto il primo boom negli anni ’70, arrivando a 114 fra il 1981 e il 2014.

Il cospicuo numero potrebbe essere riconducibile ai problemi riscontrati negli anni, ma il sospetto che siano stati i Partiti a usare le iniziative come strumento di propaganda è piuttosto diffuso. Nel 2013, ad esempio, le iniziative presentate sono state solo 9, mentre nel 2011, anno elettorale, la cifra lievita a 23, sebbene, molte siano le ritirate per insufficienza di firme.

A posteriori ci si potrebbe chiedere se le molteplici votazioni vengono effettivamente concretizzate.  Questo non sempre succede in quanto alcune delle iniziative, benché accettate dalla popolazione, sono difficilmente applicabili data la loro incompatibilità  con la Costituzione o con il Diritto internazionale.

 

Nuovi modi di comunicare

Oltre a ciò negli ultimi anni, anche grazie al miglioramento delle tecnologie, il modo di comunicare in politica si è evoluto e ha accelerato i ritmi: siamo quotidianamente bombardati da brevi frasi scritte sui social network, utilizzate dai politici per enunciare le proprie idee. Inoltre la politica, quasi come fosse in vendita, viene spesso riassunta in slogan ad effetto, con lo scopo di attirare l’attenzione del maggior numero di persone possibile.

 

Easyvote

L’ultima novità  rivolta ai giovani, poi, è il progetto Easyvote, volto a spiegare il materiale di voto: negli ultimi mesi sono stati creati dei video, che, in qualche munito, esprimono i punti a favore e contrari a ogni oggetto in votazione.

 

Referendum e iniziative ogni trimestre, slogan brevi video esplicativi, ma che effetto ha tutta questa fast politica? L’equilibrio è fragile e, se da una parte si riesce a inglobare più gente nel dibattito politico, dall’altra si rischia un’analisi superficiale delle questioni.