30.01.2015

L’auspicio di TiUnisono

Text by Sabina Calastri | Photos by Puian Team
Per un carnevale divertente e senza eccessi
Il nostro lavoro, puಠdiventare il vostro divertimento
Immagine: Puian Team

TiUnisono è un’associazione benefica legata al mondo del carnevale. Costituita nel 2011, ha tra i suoi obiettivi la beneficenza, la trasmissione della cultura del carnevale ticinese e il rafforzamento della coesione fra i vari gruppi attivi nel settore.

 

Progetti

Il suo primo progetto, la creazione di un album di figurine delle Guggen della Svizzera italiana, ha permesso di versare quattordicimila franchi alla fondazione La mano tesa, costituita dalle famiglie delle vittime dell’attentato di Marrakech. Negli ultimi due anni TiUnisono ha realizzato il progetto L’Illustracorteo – e sai cosa vedi, un libretto che raccoglie e spiega i temi dei vari carri, gruppi e Guggen che partecipano ai cinque principali cortei della Svizzera italiana. Il ricavato è stato devoluto in beneficenza a quattro centri giovanili della Svizzera italiana.

 

L’impegno nelle scuole

Nel 2014 TiUnisono ha avviato, presso la sede delle scuole medie di Biasca, il progetto Ritorno sui banchi di scuola con laboratori legati al mondo del carnevale e alla realizzazione di carri allegorici. La giornata, svoltasi durante le ore scolastiche, ha visto impegnati 72 allievi di quarta media ed una ventina di volontari.

 

La giornata a Biasca

L’esperienza é stata ripetuta lo scorso 23 gennaio, sempre presso le SME di Biasca. Al momento TiUnisono è in contatto con alcune scuole del Mendrisiotto per organizzare una giornata simile nel Sottoceneri. L’obiettivo è quello di far conoscere il carnevale sotto aspetti che non riguardino solo bagordi ed eccessi.

Guidati da una ventina di persone attive nel mondo del carnevale ticinese, i ragazzi hanno potuto partecipare alle varie fasi di costruzione di un carro e capire come si prepara una sfilata, toccando con mano la mole di lavoro necessaria affinché il carnevale si svolga in un ambiente sicuro e divertente. Il programma della giornata è stato suddiviso in tre fasi: nella prima i ragazzi sviluppano un tema a loro scelta e progettano un carro allegorico; successivamente partecipano a rotazione a quattro laboratori, corrispondenti alle attività  necessarie per la realizzazione di un carro: l’atelier costruzione, che consente di rifinire le componenti decorative in polistirolo; l’atelier trucco che permette ai ragazzi di provare l’uso dell’aerografo; l’atelier canzone, dedicato alla stesura del testo di una canzone e alla registrazione della medesima; l’atelier coreografia che prevede la preparazione di una danza da eseguire durante la sfilata.

Un momento di incontro e discussione su quanto vissuto durante la giornata ed una riflessione sul mondo del carnevale odierno concludono la giornata.

 

«Nel nostro piccolo – dice Katia Cugini, portavoce del gruppo – speriamo di far tornare ai giovani la voglia di festeggiare in modo sano, divertente e senza eccessi».

 

I quattro membri di TiUnisono sono Katia Cugini, Thomas Gattis, Nicola Reggiori e Pierre Crivelli.

(info@tiunisono.ch – www.tiunisono.ch)