Gesellschaft | 10.09.2010

Recupero materiale usato a Breganzona

Text von Fabio Giacomini
Il gruppo scout di Breganzona organizza un recupero ingombranti dalle case col quale organizza un mercatino dell'usato.
Si scarica il secondo furgone dal materiale destinato al mercatino, il resto andrà  all'ecocentro per essere smistato. Immagine: Fabio Giacomini

A Breganzona si svolge l’attività  di recupero degli ingombranti e relativo mercatino dell’usato promosso dal gruppo scout Breganzona per l’azione 72 ore. Un responsabile mi spiega che è una cosa che fanno già  tutti gli anni per gli anziani, vanno e gli svuotano la cantina da ciò che egli non vuole più e lo portano all’ecocentro, sempre di Breganzona, dove smistano i vari materiali per riciclarli.

 

Hanno sfruttato l’occasione dell’azione 72 ore per fare le cose più in grande, hanno quindi ampliato la loro offerta di repulisti a tutta la popolazione di Breganzona, aggiungendo inoltre un mercatino dell’usato con quegli oggetti che si potevano recuperare.

 

Il tutto è coordinato da due ragazze che nella tenda principale di fianco al mercatino ricevono le varie telefonate dalle persone che vogliono sfruttare il servizio, e loro prontamente mandano una squadra, composta da un furgone guidato da un responsabile del gruppo e dai ragazzi che si muovono in bicicletta, a recuperare il materiale.

 

La popolazione inoltre aiuta il gruppo scout con ciò che hanno bisogno, per esempio stamattina hanno ottenuto i guanti da lavoro e il pranzo per mezzogiorno.

 

Questo grazie alle richieste che caricano sul sito dell’azione 72 ore e che Rete 3 aiuta a divulgare tra la gente.

 

Per ora al mercatino possiamo trovare un divano, un televisore, una lavatrice, libri, VHS, pneumatici, uno stereo, un estintore, e tanta altra roba, che sicuramente aumenterà  ancora di più.

 

Non resta altro che andare a Breganzona in piazza Chiattone, dare un occhiata alla merce e portarsi via quello che più ci aggrada.